NVIDIA – il Ray Tracing al Keynote (Gamescom 2018)

La casa di Santa Clara vuole rendere i videogiochi sempre più fotorealistici grazie al ray tracing, permettendo agli sviluppatori di abbinare alla consolidata rasterizzazione, questa tecnica che permette una migliore riproduzione di luci, riflessi, rifrazione e ombre, e che finora non era possibile implementare a causa dell'elevata potenza di calcolo richiesta.

L'introduzione dei Ray Tracing core (RT core) e dei Tensor Core nell'architettura Turing rappresenta un passo avanti che colma questa lacuna, ma non meno importante è la creazione da parte di Nvidia della piattaforma RTX, che permetterà agli sviluppatori di videogiochi di dare vita a un vero e proprio "rendering ibrido".

 

 

Battlefield 5 - Ray Tracing

 

Durante la conferenza alla Gamescom è stata annunciata l'integrazione del ray tracing in tempo reale in questa lista di giochi, che ovviamente sarà espansa in futuro:

  • Assetto Corsa Competizione di Kunos Simulazioni/505 Games
  • Atomic Heart di Mundfish
  • Battlefield V di EA/DICE
  • Control di Remedy Entertainment/505 Games
  • Enlisted di Gaijin Entertainment/Darkflow Software
  • Justice di NetEase
  • JX3 di Kingsoft
  • MechWarrior 5: Mercenaries di Piranha Games
  • Metro Exodus di 4A Games
  • ProjectDH di Nexon's devCAT Studio
  • Shadow of the Tomb Raider di Square Enix/Eidos-Montréal/Crystal Dynamics/Nixxes

 

 

 

 

Commenti

commenti

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi